NEWSLETTER

Iscrivendoti a questa newsletter potrai ricevere comunicazioni e notizie direttamente sulla tua casella di posta.

Nome:

E-mail:

Termini e condizioni

Home icon Home»Accreditamento e adeguamento
ACCREDITAMENTO E ADEGUAMENTO
PDF  | Stampa |
D.A. n. 4473 del 29.12.2006 (GURS n. 4 del 26.1.2007) – “Istituzione dell'Albo regionale degli enti e delle organizzazioni di Servizio Civile”


Albo Regionale
In recepimento del Protocollo d’Intesa  del 26 gennaio 2006 fra l’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile e le Regioni e le Province Autonome, è istituito, con decorrenza 1.1.2007 e nelle more dell'emanazione di apposita legge regionale sul Servizio Civile, l'Albo Regionale degli Enti e delle Organizzazioni di Servizio Civile, ai sensi dell'art. 5 del D.Lgs. n. 77/02.

Con il D.A. n. 4473 del 29 dicembre 2006, dell’Assessore Regionale alla Famiglia, è costituito l'Albo Regionale degli Enti e delle Organizzazioni di Servizio Civile composto da due sezioni:

sezione A dell'Albo riservata a:

●       gli enti pubblici e le organizzazioni private di rilevanza regionale, che hanno sede legale nella regione e sedi d'attuazione dei progetti di servizio civile nazionale in non più di 3 regioni;

●       le organizzazioni private e gli enti pubblici presenti in regione e iscritti come sedi d'attuazione di progetto in altro albo regionale/provinciale;

sezione B dell'albo riservata a:

●       le organizzazioni private e gli enti pubblici situati in regione e iscritti come sedi d'attuazione di progetto nell'albo nazionale.


Requisiti degli Enti
Gli Enti di servizio civile sono le amministrazioni pubbliche, le associazioni non governative (ONG) e le associazioni no profit che operano negli ambiti specificati dalla Legge 6 marzo 2001 n° 64.

Gli enti e le organizzazioni che intendono presentare progetti per il Servizio Civile Volontario devono dimostrare di possedere requisiti strutturali ed organizzativi, nonché di avere adeguate competenze e risorse specificatamente destinate al Servizio Civile, così come previsto dall’art. 3 della Legge 64/2001 che riporta i seguenti requisiti:

a) assenza di scopo di lucro;
b) capacità organizzativa e possibilità d'impiego in rapporto al servizio civile volontario;
c) corrispondenza tra i propri fini istituzionali e le finalità di cui all'articolo 1;
d) svolgimento di un'attività continuativa da almeno tre anni.

Gli enti devono, inoltre, sottoscrivere la carta di impegno etico che intende assicurare una comune visione delle finalità del Servizio Civile e delle sue modalità di svolgimento, in un patto stretto con l'Ufficio ed i giovani.

Solo gli enti che sono iscritti nell'apposito Albo, Nazionale o Regionale degli enti accreditati, e che soddisfano i requisiti di cui sopra, possono presentare progetti di Servizio Civile.

I progetti d'impiego dei volontari, predisposti dagli Enti proponenti, vengono presentati all'Ufficio, Nazionale o Regionale, per il Servizio Civile che li esamina, li valuta ed eventualmente li approva per  inserirli nelle graduatorie. Con la pubblicazione dei bandi, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (GURI), i volontari potranno scegliere a quale progetto di servizio civile partecipare e presentare la relativa domanda di partecipazione direttamente all'Ente titolare del progetto stesso.